Sui sentieri di montagna e … della vita …   Calendario 2017

Anche quest’anno il calendario raccoglierà alcuni frammenti di emozioni colte nel mio vagabondare tra valli e cime. Mentre scrivo il mio, l’animo della nostra famiglia è devastato, come un violento terremoto, dalla perdita di nostro figlio Mirko in un tragico incidente. Siamo precipitati improvvisamente nell’abisso e ci aspetta la più dura delle scalate che si possano fare per tentare un rientro nella vita normale. Dovremo partire col buio e fare, probabilmente, molti tentativi per trovare la strada giusta per giungere alla luce ed avere ancora voglia di futuro. L’impresa è ardua ma, il pensiero dei nipoti Mattia, Nicholas, della moglie Laura rimasti senza padre e marito e di Michele rimasto senza fratello con la sua compagna Silvia e la nipotina Agata, saranno di stimolo per raccogliere tutte le energie per intraprendere la ricostruzione delle case delle nostre anime.

Mirko ha fatto un percorso simile al mio, a scuola  si è diplomato perito metalmeccanico,  ha voluto tentare la selezione per diventare ufficiale degli alpini e ci è riuscito (io 62° e lui 162° corso), ha lavorato con me e in altre aziende dello stesso settore ed aveva la passione per la montagna; si stava allenando per un ennesimo tentativo al monte Bianco che già una volta l’ha respinto a causa del brutto tempo e la domenica successiva aveva in programma il Coglians….. il destino non gli ha permesso tutto  questo e tante altre cose … di invecchiare vedendo i propri figli crescere e  a loro volta dargli dei nipoti….e tante altre cose ancora…..

Dedico a lui questo calendario, a suo ricordo, per tutti quelli che l’hanno conosciuto e per quelli che hanno nel loro cuore un posticino per lui. Mirko ha seminato buoni sentimenti, come quello della famiglia, dell’amicizia e del piacere di stare insieme, dello spirito di gruppo,  l’attaccamento alle tradizioni e nel poco tempo libero si dedicava alle sue passioni  come documentano queste poche immagini (inserite nella pagina successiva). Mirko ha sempre unito e mai diviso e per questo lascia un vuoto ancor più grande, ….incolmabile…

Insieme a mia moglie Daniela auguriamo un 2017 di buone cose, di vita e di salute mentre noi iniziamo la nostra ardua scalata…..

La montagna più alta rimane sempre dentro di noi

Walter Bonatti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.